giovedì 15 marzo 2012

Vere chicche: Un po' di sano umorismo alla Woody Allen





"Allora tutto il film della mia vita mi è passato davanti agli occhi in un momento! E io non ero nel cast!" 

mercoledì 14 marzo 2012

Al cinema 2012: Young adult **1/2 di Jason Reitman

Di questo ottimo regista avevo visto Thank you for smoking, Juno, Tra le nuvole; insomma, tutti film belli, originali e con uno stile caustico, irriverente. Diciamo pure che le mie aspettative erano elevate. 
Sbagliato. 

Molto meglio non avere aspettative e  vedere che succede... anche i migliori possono cannare qualche film, lo sappiamo. E, secondo me, questo è il "film sbagliato" di un regista bravo, Jason Reitman.

L'attrice Charlize Theron
L'incomunicabilità, la solitudine, il senso di fallimento personale sono al centro di questa piccola storia che parla di Mavis (Charlize Theron), una 37enne di Minneapolis, che lavora come ghost-writer di una serie di libri dedicata appunto agli "young adult", così vengono definiti i lettori americani adolescenti. E una "young adult" lo è anche Mavis, un'adulta irrisolta con pensieri da ragazzina, intristita e irrealizzata, volutamente insopportabile, avvezza all'alcool, che si ciba di schifezze e ingurgita pepsi a litri, gira con un cagnolino di quelli stile giocattolo e ha la testa parecchio confusa.
Torna al paesello natio nel momento in cui riceve la notizia della nascita della figlia di un ex-fidanzato del liceo. Come impazzita, si mette in testa di riconquistarlo, convinta dell'infelicità e della noia coniugale di lui, senza sapere assolutamente nulla della sua vita da anni. 

Per me già la trama funziona poco...

Young adult presenta un tema molto attuale e interessante, quello degli adulti incompiuti, che poteva essere meglio approfondito e raccontato. Invece qui la brava Charlize Theron sembra più che altro una pazzoide patetica, tutto il suo percorso mentale viene spiegato, sviscerato e raccontato anche troppo, lasciando comunque un senso di ... ecco, incompiuto. 


Perché si ferma là dove avrebbe potuto iniziare davvero.

Sarei curiosa di conoscere le opinioni di chi l'ha visto. Come potete capire a me non ha proprio convinto, nonostante io apprezzi tanto questo regista... che in questo film è lontano anni luce dai suoi migliori lavori, come Juno o Thank you for smooking.