domenica 24 aprile 2011

Al cinema: Non lasciarmi***1/2 di Mark Romanek





Kathy (Carey Mulligan), Tommy (Andrew Garfield) e Ruth (Keira Nightley) sono solo alcuni dei tanti ragazzi che popolano quello che apparentemente è un bel college inglese, dove però scopriranno di essere dei cloni cresciuti ed educati per diventare un giorno parti di ricambio per altri esseri più fortunati. Cresceranno e vivranno le loro vite con l'amara consapevolezza di questo doloroso e inevitabile destino.

Il film è tratto dal libro Never let me go di Kazuo Ishiguro, scrittore nato a Nagasaki e cresciuto nel Paese dove è avvenuta la clonazione della pecora Dolly: ecco dunque il perchè di una riflessione sulle conseguenze della scienza. Ed è altrettanto chiara anche la provenienza di una così grande eleganza stilistica che pervade il film, dove tutto è sussurrato e dove la tragedia è vissuta con rassegnata consapevolezza in ambientazioni soffuse e monocolore (grigio), in un tempo non identificato.



Molte sono le domande che pone il film, soprattutto sull'umanità: quella che crea e dispone delle vite di altri individui pensanti condannandoli dalla nascita ad asservire le necessità di longevità umana, nonchè sull'umanità di questi cloni privati di desideri e di normale progettazione della loro vita, rassegnati a portare a termine il loro penoso compito.


Film stiloso, intenso e "composto", di straordinaria grazia.

Nessun commento:

Posta un commento