martedì 20 dicembre 2011

Al cinema: Miracolo a Le Havre*** di Aki Kaurismäki


Il regista sembra volerci dire che rimangono piccoli mondi di poesia e umanità dove possono persino avvenire i miracoli. E' ciò che accade a Le Havre, città immersa in un altro tempo, con personaggi altrettanto inconsueti e che sembrano balzare da chissà quali tempi passati.

Marcel è un lustrascarpe, vive molto umilmente ma con dignità con la moglie Arietty e una cagnolina, frequenta i negozi del quartiere dove sono tutti amici. E un giorno capita che si ritrova ad aiutare e nascondere un immigrato, un bambino di colore; tutti nel quartiere capiscono la delicata situazione e si fanno in quattro per la giusta causa, anche se infrange le leggi umane e si ritrovano alle costole un poliziotto integerrimo. Oltre a questo, succede che la moglie si ammala gravemente.



Credetemi, il film non è triste e infelice come si potrebbe pensare dalla trama. Anzi! Innanzitutto perchè i personaggi sono positivi, retrò e deliziosamente umani, e poi perchè alla fine esistono piacevoli risvolti della vicenda.

Film per nulla patinato, molto realista e senza morali. Ottimista, anche quando non ci sarebbero grandi motivi per esserlo. Eppure questo piccolo mondo, povero e scarno, ha una sua dolcezza e amarezza allo stesso tempo, un sentimentalismo di tempi che furono. E mi ricorda, anche se vagamente, il meraviglioso Umberto D. di De Sica.


Bellissima la fotografia, giocata sui toni "carta da zucchero" (è esattamente questa la tonalità! Anche lei un po' antica), che rende la città portuale di Le Havre  fuori dal tempo e dallo spazio.

4 commenti:

  1. Augurandoti un sereno Natale e un felice anno nuovo, invito te e i tuoi visitatori a votare i migliori film e attori del 2011. Dato che hai un blog di cinema, ti ricordo di votare anche nella sezione apposita.

    FILM 2011

    RispondiElimina
  2. Un Kaurismaki molto interessante! Poetico, delicato, sincero. Fai un salto sul mio blog: http://onestoespietato.wordpress.com/2011/11/29/tff-2011-miracolo-a-le-havre-la-recensione/ buon 2012!

    RispondiElimina
  3. non ricordo il nome del bambino e del cane

    RispondiElimina
  4. Il nome del cane è Laika, del bambino... nn ricordo! ma mi informo

    RispondiElimina