venerdì 29 luglio 2011

DVD: Bambole russe*** di Cédric Klapisch - 2005

"Nel film bisognava parlare d’amore in maniera moderna. L’idea dell’amore che dura per tutta la vita non esiste più. Tutti noi abbiamo diverse storie d’amore nel corso della nostra vita. “Come ci si può innamorare più volte nella propria vita?”- questo interrogativo mi sembrava importante. Così la confusione in cui si trova Xavier all’inizio del film è rappresentativa di tutti coloro che cercano la persona giusta. Solo pochi la trovano al primo tentativo…Il film di Truffaut che mi ha più ispirato per Bambole russe è L’uomo che amava le donne. Truffaut riesce a far vedere veramente bene un uomo che passa da una donna all’altra, senza essere un macho o un Don Giovanni" - stralcio di un'intervista a Cédric Klapisch.

Continuano le vicende dei protagonisti de L'appartamento spagnolo, ora trentenni con molte incertezze e disillusioni. Il film è maggiormente incentrato su Xavier (Romain Duris) e la sua realizzazione professionale e sentimentale. 

Si svolge tra Parigi, San Pietroburgo e Londra per ricongiungere tutti i precedenti protagonisti (nel cast anche Audrey Tautou, Cécile De France, Judith Godrèche, Wladimir Yordanoff), ognuno alle prese con le complicazioni della vita adulta, con la confusione che aumenta quando pare impossibile conciliare sogni e realtà.

Xavier decide di inseguire i suoi sogni e di fare quindi lo scrittore, ma sarà costretto a fare i conti con le esigenze del mercato e ad occuparsi pertanto di scialbi romanzetti rosa e soap-opera per sbarcare il lunario. In attesa del momento per scrivere il libro importante, che non arriva. Nel frattempo cerca l'amore perfetto, tra tante storie che sembrano non convincerlo mai del tutto e in cui nessuna ragazza diventa particolarmente speciale per lui. Amori che non saranno mai ciò che avrebbe desiderato e che lasciano sempre una certa malinconia... mentre la vita fugge via veloce.

Film francese pieno di dialoghi fitti e spiritosi, che parte dalla vita dei personaggi per poi scavare nella loro personalità e arrivare a trattare temi attuali e di carattere universale. Questa commedia ha una sua leggerezza e vivacità di fondo e un tono apparentemente spensierato, divertito e divertente, effettivamente un po' cinico perchè la realtà si scontra con l'impossibilità, la difficoltà di vivere i propri sogni. Bisogna allora cercare un'armonia tra i tanti elementi contrastanti, confondersi e abbandonarsi al casino ... per poi forse riordinare tutto, o perlomeno trovare un equilibrio!

Curioso il titolo del film, ce lo spiega Xavier alla fine: le donne che incontra sono come le bambole russe. Ce ne deve essere nascosta una piccolina ed è esattamente quella che stiamo cercando.



La pecca del film? Troppo lungo, dura 125 minuti!

Nessun commento:

Posta un commento